archive-de.com » DE » P » PAGINAITALIANA.DE

Total: 51

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Moro - la bibliografia sul caso Aldo Moro. N - Z
    Moro è una coproduzione tra il manifesto e apolis cantieri multimediali S r l E distribuito in edicole e librerie da il manifesto e su internet sotto ordina quì Dal contenuto Caminiti Lanfranco La cronaca dei 55 giorni Colombo Andrea L Italia fra il 58 e il 78 e Storia delle Brigate rosse Rossanda rossana P C I ed estremismo Gentiloni Filippo Il cattolicesimo in Italia 12 schede storiche approfondimenti personaggi interviste in video filmati RAI di repertorio Nell archivio le Prime pagine dei quotidiani e centinaia di articoli riprodotti le lettere ed il memoriale di Aldo Moro i comunicati e la risoluzione della direzione strategica delle BR gli atti di 10 Commissioni Parlamentari gli atti di 7 processi centinaia di foto bibliografia Recensione del Cd Rom il manifesto 15 03 1998 Pag 2 Pasquino Gianfranco Zannini Marzia 1945 1996 la politica in Italia elezioni politiche regionali provinciali comunali e referendum parlamentari presidenti della repubblica governi partiti giornali terrorismo cronologia a cura di Gianfranco Pasquino in collaborazione con Marzia Zannini Roma Bari Laterza multimedia 1996 1 multimediale 1 CD ROM 1 v in contenitore 23 cm Comprende 1945 1996 archivio della politica in Italia 1999 La rinascita delle Br L omicidio di D Antona le BR dietro l omicidio Contiene nuove foto al luogo della strage Premiato con il EuroPrix MultiMediaArt98 Category 4 Improving Democracy with Multimedia La Mafia 150 anni di storia e storie The Mafia 150 years of history and stories Language within product Italian English Producer CLIOMEDIA Officina The Mafia A name that strikes up images of Al Capone The Godfather of corruption and organised crime Over the years a lot of fiction has been associated with the Mafia so that it is very difficult to understand the phenomenon of Mafia in its entirety This is however

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/morobib-multimediale.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Il caso Aldo Moro - schede bibliografiche e schede di autori
    del libro e i primi brani http www alice it cafeletterario 052 cafenov htm Sciascia L affaire Moro Verità e Letteratura di Valentina Fascia Scheda del libro Convergenze parallele Scheda su La tela del ragno di Flamigni frantespizio del libro e descrizione Scheda su Trame atlantiche di Flamigni frantespizio del libro e descrizione caso moro feltrinelli Bibliografia multimediale foto Ferrara Giuseppe Katz Robert Volontè Gian Maria Gian Maria Volonté in Caso Moro Die Affäre Aldo Moro Hauptdarst Gian Maria Volonté Mit Mattia Sbragia Margarita Lozzano Nach Days of Wrath von Robert Katz Kamera Camillo Bazzoni Musik PinoDonaggio Regie Guiseppe Ferrara Drehbuch Robert Katz VHS 111 Min RCA Columbia Pictures 1989 http www filmdata de c display n DATA0007774 2a scheda Garofani Francesco S Straniero Giorgio Dialoghi su Moro Un contributo alla storia RAI Radiotelevisione Italiana Con videocassetta Libri video 200 p ill 1998 Anatomie eines Verbrechens Die Ermordung Aldo Moros und das italienische Drama 1993 WDR Colonia ARD prima rete televisiva tedesca 10 12 1994 Drehbuch Busse Michael Bobbi Maria Rosa 94 00 min HDF Datenbank http www3 sdr de hdf bestand 0000003 htm Montag 30 8 1999 23 15 Uhr Andreotti die Mafia und die Politik Eine italienische Karriere vor Gericht Ein Film von Marie Rose und Michael Busse Operation Gladio BBC Dokumentation im Fernsehsender VOX August 1993 Carminiti Lanfranco Una geografia del caso Aldo Moro Cd Rom Roma il manifesto 15 03 1998 Greco Anthony F Moro Aldo 1916 1978 Colliers Encyclopedia CD ROM Marzo 98 Esce da il manifesto un CD Rom E una geografia del caso Aldo Moro di Lanfranco Carminiti Il CD ROM il caso Moro è una coproduzione il manifesto e apolis cantieri multimediali S r l E distribuito in edicole e librerie da il manifesto e su internet sotto ordina quì Dal contenuto

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/morobib-schede.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • L' Affare Moro: un caso divenuto storico
    un corpo rannicchiato dentro una Renault R 4 rossa parcheggiata simbolicamente a metà strada tra via delle Botteghe Oscure e Piazza del Gesù tra la sede della DC e quella del PCI in via Caetani online qui dal 31 gennaio 2000 Consiglio Per eseguire una ricerca su tutte le pagine del caso Moro trovate sul mio mirror CULTURITALIA un motore di ricerca integrato il MS Index Server Search Il presente lavoro cerca di ricostruirne le dinamiche L esistenza di una valanga di fonti d informazioni nomi luoghi intrecci nodini e fatti storico politici L arrivo del formato dell ipertesto rende questo lavoro proseguibile e da approfondire ed aggiornare come ipertesto con l aiuto della comunità di rete con la possibilità di arrivare tramite links direttamente su altri lavori dello stesso genere e offrire così un servizio gratuito a tutti gli utenti ovunque nel mondo Si cercherà di integrare fonti multimediali per rendere alcune sfumature ed immagini più facilmente recepibili Il rapimento dell on Aldo Moro venne preparato molto tempo prima Laura Braghetti ne parlò a fine novembre nel processo Moro quarter Nel 1977 ella ricevette l ordine dai suoi capi nelle Brigate rosse di acquistare un appartamento Le istruzioni descrivevano

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/moro/index.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • L'Archeologia in rete Internet
    Evansville contiene una lista dei siti associati Centro Ricerche Informatiche per i Beni Culturali alla Scuola Normale Superiore Pisa Workgroups su Archeologia Territorio e Tutela Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell antichità classica Meta illustrare strumenti e documentazione dei mezzi informatici su supporto del CD floppy ed Internet Contiene gli altri strumenti di orientamento sulle risorse elettroniche per lo studio dell Antichità le banche dati documentali le riviste di antichistica diffuse attraverso la rete telematica le biblioteche elettroniche le bibliografie disponibili on line o su floppy disk e CD i materiali didattici informatizzati le visite virtuali di musei e mostre di particolare interesse per gli studi classici i gruppi di discussione links alle istituzioni del settore antichistico etc Gli scavi in Grecia Il Progetto Perseus Giordania e Siria Importanti gli scavi di Petra e di Ebla e alcuni recenti ritrovamenti in Giordania Il Centro America Molte fotografie e motori di ricerca dedicati all argomento nel sito sulle Origini dei Maya E più in generale è altrettanto ricca la pagina sulle Civiltà pre ispaniche nell America centro meridionale Israele Un viaggio virtuale nelle viscere della terra comincia necessariamente dal sito Tra archeologia e Bibbia Anche l università di Berkeley ha una pagina interessante Da Salomone a Erode Infine non può mancare il fondamentale ritrovamento dei Rotoli del Mar Morto Egitto KV5 il nome in codice di una importante tomba della Valle dei Re è arrivato in Internet alla fine di settembre Oltre al nuovissimo Sito n 5 della Valle dei Re sono sicuramente da visitare la pagina dei Segreti di Ramsete e quella della Valle dei Re KV5 il nome in codice di una importante tomba della Valle dei Re è arrivato in Internet dall inizio di settembre 97 Gli archeologi sostengono che la tomba possa essere appartenuta probabilmente a un figlio del faraone Ramsete II Kent Weeks è l archeologo egittologo scopritore della tomba La sua scoperta è stata il frutto di un lungo lavoro di scavo tra tonnellate di detriti L archeologo è riuscito a portare alla luce ben 108 ambienti Inoltre l equipe del professor Weeks è convinta dell esistenza di molti altri ambienti Anche l idea di creare un sito web è del professor Weeks per dare a tutti dagli studenti ai docenti fino ai comuni turisti il maggior numero di informazioni su KV5 Il sito infatti da a tutti la possibilità di tenersi aggiornati in tempo reale sui progressi degli scavi di questa tomba il cui sito web ha già 156 pagine destinate ad aumentare man mano che nuove stanze vengono scoperte Chi visita il sito può compiere un viaggio virtuale di altissimo interesse storico e archeologico la geografia della valle di Luxor i dipinti e i disegni delle altre tombe la lista dei musei che contengono collezioni egiziane Ogni settimana aggiungiamo una nuova tomba e alla fine l intera Valle dei re sarà qui ha spiegato Brendham Hight l architetto del sito che sta lavorando anche a una pagina dedicata esclusivamente ai bambini

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/archeolo.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • WWW-OPAC tedeschi - ricerca bibliografica in biblioteche tedesche
    perciò non corrisponde ad un semplice motore di ricerca del tipo commerciale perciò ha ottenuto tanti premi Permette pure una ricerca contemporanea ed integrata su motore di multi ricerca internazionale Metacrawler Il tempo di ricerca richiesta è pre selezionabile 13 agosto 1999 Infoball de Il nuovo servizio di Liman già conosciuto per il software Liman Scout che permette una ricerca remota in vari database bibliotecari Infoball esegue una ricerca contemporanea in cataloghi bibliografici collettivi tedeschi Bayrischer Bibliotheksverbund Göttinger Bibliotheksverbund Südwestdeutscher Bibliotheksverbund ed cataloghi americani Library of Congress University of California Cleveland Public Library e altrove novembre 2000 www infoball de Liman Informationssysteme GmbH Co KG Münster con www infoball de Offre att mente fine agosto 99 751 banca dati L e possibilità di eseguire ricerche per gli utenti di infoball si sono aumentate grazie alla cooperazione tra infoball e la LSL Internet Service Gesellschaft Con il nuovo detective per libri ritrovati nel catalogo di antiquariato moderno Buchdetektiv gli utenti possono tramite posta elettronica farsi fare un offerta per i titoli che non si trovano più in commercio cioè in libreria I libri in commercio invece possono essere ordinati tramite il partner Libri Gli utenti registrati possono eseguire direttamente gli ordini tramite il cestino e da questo viene linkato il titolo ordinato da 02 2001 sulla pagina ordini P er tutti gli altri testi l LSL cerca per l utente Se un libro non è più in ristampa può esser ristampato Grazie al Partnership con LSL ora possono essere ritrovati e spediti oltre 100 milioni di titoli in Germania e oltre 25 milioni di titoli fuori paese E funziona così L utente esegue la sua ricerca con infoball come sempre Nella lista del risultato della ricerca quei titoli che non possono esser più ordinati tramite libreria vengono ora marcati con il bottone Buchdetektiv Button Cliccando sul bottone esce una pagina dettagliata con un formulario interattivo con il quale si può inviare una domanda alla LSL per ricevere un offerta Entro pochi giorni si riceverà tramite posta elettronica una offerta facoltativa Il libro può esser ordinato senza costi aggiuntivi direttamente da infoball 15 gennaio 2001 I l Buchdetektiv sarà a partire dal 15 gennaio disponibile solo per utenti infoball registrati gratuitamente a causa della grande quantità di richieste possibile l autentificazione tramite Cookies Nuova tecnologia di ricerca integrata 02 2001 Il risultato di ricerca viene controllato appena completato per evitare doppioni nella lista dei risultati Ma attenzione ogni banca dati può offrire un campo in più Così vengono magari aggiunti L ISBN o l edizione per completare il risultato evitando comunque doppioni 21 sett 2000 novità lo scaffale virtuale dei libri Bücherregal I nfoball lancia un nuovo servizio personalizzabile il Bücherregal uno scaffale virtuale che permette di creare un proprio archivio Lo scopo sarà quello di raccogliere i titoli e le schede dei risultati di ricerca bibliografica e raccoglierle nello scaffale come bibliografia completa Lo scaffale raccoglie fino a 200 titoli che saranno disponibili durante ogni visita del sito entrando come utente registrato In questa maniera potete crearvi la vostra lista di letteratura personalizzata per qualsiasi lavoro scientifico e personale Potete scaricare tale bibliografia e utilizzarla per esempio la vostra tesi Effettuata una volta la ricerca e trovandovi nella pagina dei risultati dettagliati del vostro infoball Suchergebnisses cliccate sul pulsante Ins Bücherregal inserisci nello scaffale e il titolo viene già trasferito immediatamente nello scafale Per usare il servizio occorre una registrazione obbligatoria ma gratuita I n più è stato inserito un filtro che permette di presentare il risultato di ricerca secondo autore case editrici lingua oppure tipo di pubblicazione Febbraio 2001 Nella la rubrica Foren avete la possibilità di porre domande ad esperti IV Grandi OPACs Informazione generale Il DBI Deutsches Bibliotheksinstitut fondato nel 1978 è finanziato dallo Stato federale e dai Laender ha il compito di offrire vari servizi alle biblioteche tedesche tra di essi il supporto tecnico ed il servizio di banche dati Online sono disponibili i servizi chiamati DBI LINK come il servizio porta saggio SUBITO ed alcune banche dati di biblioteche come la banca dati dei periodici il catalogo unito per le pubblicazioni dopo il 1966 con 46 milioni di collocazioni che fanno parte di più di 1000 biblioteche tedesche il DBI First con 6 milioni di collocazioni di saggi di 15 000 periodici dal 1990 Inoltre esiste un indice elettronico di manoscritti medievali L accesso è esclusivamente riservato agli utenti registrati e viene eseguito a pagamento Cataloghi delle riviste e di articoli di riviste scientifiche HBZ DigiBib Biblioteca digitale della Renania Westfalia L accesso è riservato ai Campus universitari tedeschi come guest inglese 1 11 2000 Banca dati dei periodici ZDB Zeitschriftendatenbank ZDB OPAC Il DBI offre inoltre una banca dati dei periodici la Zeitschriftendatenbank ZDB del Deutsches Bibliotheksinstitut DBI Berlino La banca dati di riviste è disponibile online sotto zdb opac de L Uso del catalogo pubblico ZDB OPAC è possibile senza eseguire una registrazione e disponibile gratuitamente Si tratti di un mezzo indispensabile per la collocazione dei periodici All inizio del 2001 la banca dati contiene oltre cinque milioni di collocazioni di possesso per oltre un milione di riviste di oltre 3000 biblioteche Nel caso della banca dati delle riviste tedesche Zeitschriftendatenbank ZDB si tratta di una collocazione elettronica delle giacenze di riviste periodici ecc in biblioteche tedesche I punti di forza sono le precise indicazioni dove si trovano le diverse annate a scopo di poter indicare tutto ciò che possiede e non la propria Università oppure addirittura il proprio paese per poter esser ordinato Günter Franzmeier Die ZDB auf neuer Plattform rtf Vortrag gehalten auf dem Kongress Information und Öffentlichkeit 90 Deutscher Bibliothekartag in Leipzig am 20 3 2000 NOVITA 1 ottobre 1997 SUBITO G li articoli desiderati DD Document Delivery vi arrivano in fotocopia via posta via fax oppure ancora più velocemente scannerizzati e compressi zippati come immagini via eMail I libri desiderati non arrivano tramite prestito interbibliotecario ILL InterLibrary Loan ma direttamente via posta a domicilio con sistema cellere Subito 3 garantito

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/ricbib_de.htm (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Moro - la bibliografia sul caso Aldo Moro. A - M
    anni del Terrorismo Storia e analisi del terrorismo del famoso giornalista Roma Curcio Editore 1988 Bonsanti S Piazzesi G La storia di Roberto Calvi Milano 1984 Braghetti Anna Maria Pajetta Giovanna Il prigioniero Il Presidente e la carceriera Avevamo raggiunto il cuore dello stato e non ci capivamo niente La prigionia l esecuzione raccontati da chi guardava Aldo Moro da uno spioncino leggere pregare scrivere Milano Mondadori 1998 Braghetti Anna Laura Mambro Francesca Nel cerchio della prigione Milano Sperling Kupfer 1995 Braghetti Anna Laura Tavella Paola Le prisonnier 55 jours avec Aldo Mor traduit de l italien par Claude Galli Denoël 201 p Braghetti Anna Laura Tavella Paola Prigioniero Mondadori 1998 187 p Brambilla Michele L eskimo in redazione quando le Brigate Rosse erano sedicenti Milano Ares stampa 1992 p 197 Brambilla Michele L eskimo in redazione quanto le brigate rosse erano sedicenti Ed aggiornata e ampliata Milano Bompiani 1993 Brozzu Gentile Jean Francois L affaire Gladio Parigi Michel 1994 p 295 Bruno Mario et al interventi Aldo Moro l evoluzione della politica nel segno della democrazia Avellino 24 febbraio 1991 Centro studi Aldo Moro Salerno Jovane 1991 Brütting Richard Italien Lexikon Berlin 1995 C Calderoni Pietro Servizi segreti tutte le deviazioni dal piano Solo al golpe Borghese dalla P2 alla strage di Bologna dal caso Cirillo al super Sismi Napoli Tullio Pironti 1986 p 255 Camera dei Deputati Senato della Repubblica XI Legislatura presidente sen Libero Gualtieri Relazione sull attività della Commissione parlamentare d inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi Roma 1994 Camon Ferdinando Affaire Moro la politica non ascolta gli scrittori Campanini Giorgio Martini Carlo Maria Aldo Moro 1988 par Giorgio Campanini Temoignage de Carlo Maria Martini Paris Beauchesne 1988 192 S Campanini Giorgio Aldo Moro Testimonianze di G Maria Martini Paris Beauchesne 1988 Campanini Giorgio Aldo Moro cultura e impegno politico Roma Ed Studium 1992 Campanini Giorgio Aldo Moro Témoignage de Carlo Maria Martini Paris Beauchesne 1988 Campanini Giorgio Aldo Moro Cultura e impegno politico Roma Ed Studium 1992 Cappelletti Vincenzo De Mita Ciriaco Il messaggio di Aldo Moro Premessa di De Mita Ciriaco Roma Ed Studium 1987 p 127 di Capua Giovanni Aldo Moro il potere della parola 1943 1978 Roma Ebe 1988 Carpi Pier Gelli Licio Il caso Gelli La verita sulla loggia P2 parla Licio Gelli con documenti inediti Bologna I n e i 1982 p 236 Caselli Giancarlo La storia delle Brigate rosse strutture organizzative e strategie d azione in Della Porta a cura di Istituto Carlo Cattaneo di Bologna Terrorismi in Italia Bologna Il Mulino 1984 Caselli Giancarlo La vera storia dell Italia Interrogatori testimonianze riscontri analisi Giancarlo Caselli e i suoi sostituti ricostruiscono gli ultimi vent anni di storia italiana Napoli Tullio Pironti Ed 1995 Casson Felice Banda armata opuscolo pubblicato dal settimanale Avvenimenti riporta il testo della sentenza del giudice Felice Casson su Gladio Roma Avvenimenti 1991 Catanzaro Raimondo Istituto Carlo Cattaneo di Bologna Ideologie movimenti terrorismi vol I Bologna Il Mulino 1990 Catanzaro Raimondo Istituto Carlo Cattaneo di Bologna La politica della violenza vol II Bologna Il Mulino 1990 Catanzaro Raimondo The Red Brigades and left wing terrorism in Italy London Pinter St Martin s Press New York 1991 p 216 Catanzaro Raimondo Luigi Manconi Istituto Carlo Cattaneo di Bologna Storie di lotta armata Bologna Il Mulino 1995 Cavallo Luigi La disinformazione politico militare 1997 Montigny sur Loing Human Rights 38 p 16 Cazzullo Aldo I ragazzi che volevano fare la rivoluzione 1968 1978 storia di Lotta Continua Mondadori 1998 Cervone Vittorio Ho fatto di tutto per salvare Moro Torino 1979 Cecchi Alberto Storia della P2 Appendices Memorandum sulla situazione politica in Italia Piano di rinascita democratica Organigramma Roma Editori Riuniti 1985 p 271 Cederna Camilla Giovanni Leone La Carriera di un presidente Milano Feltrinelli 1978 Chabod Federico L Italia contemporanea 1918 1948 Torino Einaudi 1961 Chiarini R Corsini P Da Salò a piazza della loggia Milano 1981 Cicerchia Annalisa Aldo Moro stato e società atti del Convegno internazionale Roma 9 12 novembre 1988 Accademia di studi storici Aldo Moro decennale 1978 1988 Roma Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per l informazione e l editoria 1989 1990 Cipriani Gianni I mandanti il patto strategico tra massoneria mafia e poteri politici Roma Editori Riuniti 1993 p 267 Cipriani Antonio Gianni Cipriani Sovranità limitata storia dell eversione atlantica in Italia Roma Ed Associate 1991 p 331 Cipriani Gianni Pecchioli Ugo Tra misteri e verità storia di una democrazia incompiuta 2 ed Milano Baldini Castoldi 1995 p 195 Cipriani Gianni I mandanti il patto strategico tra massoneria mafia e poteri politici Roma Edizioni riuniti 1994 p 267 B Clavel F T Storia della massoneria e delle societa segrete Reprint of the 1873 ed published by Tip S Pietro a Maiella Naples Bologna A Forni 1873 1977 xii 579 p Coglitore Mario Scarso S La notte dei gladiatori omissioni e silenzi della Repubblica Calusca edizioni Padova 1992 Coglitore Mario L identità assente prefazione di Pietro Barcellona Padova Calusca 1997 p 101 Coleman John Conspirators Hierarchy The Story of the Committee of 300 America West Publishers 1992 Colicchi Calogero Aldo Moro il cristiano l intellettuale il polit Giardini Naxos 1979 1986 Assoc Culturale Aldo Moro a cura Roma Ed Ave 1987 p 99 Collin Richard Oliver Freedman Gordon L Winter of fire the abduction of General Dozier and the downfall of the Red Brigades New York Dutton 1990 Collin Richard Oliver The Italian police and internal security from Giolitti to Mussolini 1983 i e 1984 Thesis D Phil University of Oxford 1984 p 333 Colombo Arturo Epistolari La corrispondenza tra il leader socialista e lo statista democristiano E Nenni scrisse a Moro Sto con lo Stato Aldo Moro e Pietro Nenni Carteggio 1960 1978 Edizioni La Nuova Italia Colombo Emilio Gedenken an Aldo Moro Strassburg 11 Mai l978 Europäisches Parlament Reden von Emilio Colombo Europäische Gemeinschaften Europäisches Parlament Strassburg 1978 32 S Colombo Emilio et al Tribute to Aldo Moro Notes Texts of the addresses delivered on 11 May 1978 during the session of the European Parliament Strasbourg European Parliament 1978 p 32 Commissione parlamentare d inchiesta sulla strage di via Fani sul sequestro e l assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia 1983 relazione di maggioranza relazione di minoranza Commissione parlamentare d inchiesta sulla loggia massonica P2 relazione di maggioranza relazione di minoranza Commissione parlamentare d inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi Parlamento Relazione sulla documentazione rinvenuta il 9 ottobre 1990 in via Monte Nevoso a Milano trasmessa dal Presidente della Commissione Gualtieri alle presidenze della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica in conformita all ordine del giorno approvato dalla Commissione nella seduata del 17 ottobre 1990 comunicata alle presidenze il 18 ottobre 1990 con annessa la documentazione stessa trasmessa alle presidenze il 10 gennaio 1991 Commissione parlamentare d inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi Senato della Repubblica Camera dei deputati X Legislatura doc XXIII n 26 Roma Tipografia del Senato 1991 Commissione parlamentare d inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali similari Titolo Mafia e politica relazione del 6 aprile 1993 Commissione parlamentare antimafia prefazione di Nicola Tranfaglia Roma Bari Laterza 1993 p 149 Commissione parlamentare d inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi Parlamento Luci sulle stragi per la comprensione dell eversione e del terrorismo Milano Lupetti 1996 Coppola Aniello Moro Milano Feltrinelli 1976 p 187 Corrias Marco Duiz Roberto Mino Pecorelli un uomo che sapeva troppo La ricostruzione di un caso ancora aperto nell Italia dei misteri Milano Sperling Kupfer 1996 p 188 Corte d assise d appello di Milano sentenza nel procedimento d appello contro Mantovani Nadia e a dicembre 1983 Corte d assise di Roma sentenza nel procedimento contro Gallinari Prospero 62 24 01 1983 Corte d assise di Roma sentenza nel procedimento contro Negri Antonio 58 12 6 1984 Corsicato Stefania La battaglia politica di Aldo Moro Napoli 1989 Costantini Costanzo Moltedo Guido Messaggi di fumo Milano SugarCo 1976 p 143 Cotturri Giuseppe Moro e la transizione interrotta in Studi storici A 37 N 2 aprile giugno 1996 p 489 Cresci Gian Paolo Pinto Paolo Bartolucci Adelio Moro i giorni del tormento Roma Cinque lune 1982 p 102 Curcio Renato Rostagno Mauro Fuori dai denti Gammalibri Milano 1980 Curcio Renato La mappa perduta Roma Sensibili alle foglie 1994 p 509 Curcio Renato Sguardi ritrovati Ricerca condotta da Maria Rita Prette con la cooperazione di Renato Curcio Roma Sensibili alle foglie 1995 p 429 p Curcio Renato A viso aperto intervista di Mario Scialoja Milano Mondadori 1993 p 228 Curcio Renato a cura di Scialoja Mario Mit offenem Blick ein Gespräch zur Geschichte der Roten Brigaden in Italien Aus dem Ital von Azzellini Dario Berlin ID VERLAG 1997 Cutolo Eugenio Aldo Moro La vita l opera l eredità Milano Teti 1980 D D Alema Giuseppe Der aufhaltsame Aufstieg der Loge P2 mit Dokumenten d Parlamentskomm u d vollst Liste d P2 Mitglieder in Faks Reinheim Verlag Edition X 1985 144 S Dalla Chiesa Nando Del sessantotto e del terrorismo cultura politica tra continuità e rottura in Il Mulino n 273 p 53 e segg 1981 Dalla Chiesa Nando Galasso Alfredo Gambino Michele L omicidio Dalla Chiesa Roma Libera Informazione Editrice 1992 30 p Dalla Chiesa Nando I trasformisti Milano Baldini Castoldi 1995 303 p Dalla Chiesa Nando La politica della doppiezza da Andreotti a Berlusconi Torino Einaudi 1996 p 94 Dalla Chiesa Nando Carlo Alberto Dalla Chiesa in nome del popolo italiano autobiografia Milano Rizzoli 1997 367 p Dalla Chiesa Nando Carlo Alberto dalla Chiesa In nome del popolo italiano Dalla Chiesa inedito Da Moro alla P2 Relazioni testi di discorsi ufficiali pagine di diario Un autobiografia del generale curata dal figlio Nando Milano Rizzoli p 367 Damato Francesco Riservato riservatissimo anzi pubblicabile Milano SugarCo 1987 De Felice Franco Aldo moro e la democrazia difficile in Europa Europe a cura del Centro studi sui paesi dell Europa centrale e orientale Fondazione istituto Gramsci A 7 N 3 p 121 De Felice Franco La questione della nazione repubblicana Bari Laterza 1999 De Luca Maurizio Sindona Gli atti d accusa dei giudici di Milano ed Riuniti Roma 1986 p 313 De Lutiis Giuseppe Attacco allo Stato dossier 7 aprile dalla illegalita di massa al terrorismo Calogero F Amato Palombarini atti documenti testimonianze interventi di Guido Neppi Modona Stefano Rodota Supplemento a Nuova polizia n 6 1982 Roma Napoleone 1982 p 160 De Lutiis Giuseppe Storia dei servizi segreti in Italia Roma Editori Riuniti 1984 p 313 De Lutiis Giuseppe La Strage l atto d accusa dei giudici di Bologna prefazione di Norberto Bobbio Riproduce sentenza ordinanza dei giudici Vito Zincani e Sergio Castaldo depositato nella cancelleria del Tribunale di Bologna il 14 giugno 1986 e il sesto capitolo della requisitoria dei giudici Libero Mancuso e Attilio Dardani Roma Editori Riuniti 1986 p 406 De Lutiis Giuseppe Perché Aldo Moro Roma Editori Riuniti 1988 De Lutiis Giuseppe Il lato oscuro del potere associazioni politiche e strutture paramilitari segrete dal 1946 a oggi prefazione di Giovanni Pellegrino Roma Editori riuniti 1996 p 203 De Lutiis Giuseppe I servizi segreti in Italia dal fascismo alla seconda Repubblica Roma Editori riuniti 1998 p 491 De Matteo Giovanni Vita a rischio di un magistrato da piazzale Loreto a via Fani Cinisello Balsamo Edizioni paoline 1993 De Mita Ciriaco Aldo Moro la politica come dovere Roma Ed Ede 1988 De Mita Ciriaco La lezione di Aldo Moro discorso commemorativo del Predidente del Consiglio dei Ministri on Ciriaco De Mitra nel decimo anniversario della morte di AldoMoro Roma 9 maggio 1988 Roma Cinque lune 1988 De Mita Ciriaco nel decimo anniversario della morte di Aldo Moro Roma 9 maggio 1988 Roma Editori Cinque Lune 1988 di Capua Giovanni Aldo Moro il potere della parola 1943 1978 Roma Ed Ebe 1988 di Capua Giovanni Moro Aldo L Italia nell evoluzione dei rapporti internazionali discorsi interventi dichiarazioni e articoli Aldo Moro Recuperati e interpretati da Giovanni DiCapua Roma EBE 1996 contiene contributi da e su Aldo Moro Delfino La verità di un generale scomodo Della Porta D Pasquino G Terrorismi in Italia Bologna il Mulino 1984 Della Porta Donatella Istituto di studi e ricerche Carlo Cattaneo Il terrorismo di sinistra Bologna Il Mulino 1990 De Lutiis Giuseppe Storia dei servizi segreti in Italia Roma Editori Riuniti 1985 De Lutiis Giuseppe La strage Roma Editori Riuniti 1986 p 406 De Lutiis Giuseppe Perché Aldo Moro interviste e interventi di Gaspare Barbiellini Amidei et al DeRosa Gabriele Da Luigi Sturzo ad Aldo Moro Brescia Morcelliana 1988 p 228 De Rosa Gabriele La storia che non passa Diario politico 1968 1989 a cura di Sara Demofonti Soveria Mannelli Catanzaro Rubbettino 1999 p 467 De Santis Giuseppe Il segreto presentazione di Nando Dalla Chiesa Foggia Bastogi 1999 p 127 Dini Vittorio Manconi Luigi Il discorso delle armi l ideologia terroristica nel linguaggio delle Brigate rosse e di Prima linea Savelli Roma 1981 p 157 Di Palma Giuseppe Surviving without Governing The Italian Parties in Parliament Berkeley 1977 Di Palma Giuseppe Sopravvivere senza governare Bologna 1978 Di Rita Giovacchino Scoop mortale Mino Pecorelli storia di un giornalista kamikaze prefazione di Massimo Teodori Napoli Tullio Pironti Editore 1994 p 302 Doni Gino Mein Blut komme über euch Moro oder die Staatsräson Eine Dokumentation Übers v Annette Hofmann Jürgen Humburg u Gino Doni München Trikont Verlag 1978 p 156 Drake Richard The Revolutionary Mystique and Terrorism in Contemporary Italy Bloomington Indiana University Press 1989 p 218 Drake Richard The Aldo Moro murder case Cambridge Mass Harvard University Press 1995 cover gif Drake Richard Caso Aldo Moro traduzione di Ponti Sandro L Tropea 1996 Ducci Roberto I capintesta Milano Rusconi 1982 p 370 Duggan Christopher La mafia durante il Fascismo introduzione di Dennis Mack Smith Soveria Mannelli CZ Rubbettino 1986 p 272 Duggan Christopher e a A concise history of Italy 1 publ repr Cambridge Cambridge Univ Press 1995 320 S Duranti Maria Chiara Il caso Moro cronaca di una morte annunciata presentazione di Antonio Padellaro vignette di Giorgio Forattini Ravenna 1993 E Elia Leopoldo Scaramozzino Pasquale Cultura e politica nell esperienza di Aldo Moro Quaderni della rivista Il Politico 18 Milano Giuffré 1982 Enzensberger Hans Magnus Il vuoto al centro del terrorismo in Mediocrità e follia Milano Garzanti 1991 F Faenza R Fini M Gli americani in Italia Feltrinelli Milano 1976 Faenza R Il Malaffare Mondadori Milano 1978 Fare Ida L Ultimo processo patologia di un istruttoria omicidio Coco imputato Giuliano Naria Milano Milano libri 1980 p 140 Fenzi Enrico Armi e bagagli un diario dalle Brigate Rosse Genova Costa Nolan 1998 1a ed 1987 Feo Michele Dalle patrie prigioni in Il Ponte agosto settembre 1993 Feo Michele Chi ha paura di Adriano Sofri in Il Ponte agosto settembre 1993 Ferraresi Franco La Destra Radicale Milano 1984 Ferraresi Franco Minacce alla democrazia la destra radicale e la strategia della tensione in Italia nel dopoguerra Milano Feltrinelli 1995 p 411 Ferrarotti F Alle radici della violenza Milano Rizzoli 1979 Fetscher I Terrorismus und Reaktion in der Bundesrepublik Deutschland und in Italien Reinbek bei Hamburg 1981 Fiasco M 16 marzo Ragioni delle vittime e diritto alla verità sul delitto Moro Sapere 2000 1998 Fini M Barberi A coevi La strage di stato Controinchiesta Roma Savelli 1970 poi nuova ed Flamigni Sergio et al Sicurezza democratica e lotta alla criminalita la difesa dell ordine costituzionale e della sicurezza dei cittadini contro la eversione fascista e la criminalita comune il riordinamento democratico della pubblica sicurezza atti del Convegno organizzato dal Centro di studi e iniziative per la riforma dello Stato Roma 25 26 febbraio Roma Editori Riuniti 1975 p 468 Flamigni Sergio La tela del ragno Il delitto Moro introduzione di Luciano Violante Roma Edizioni associate 1988 2 ed 302 S Kaos Milano 3 ed 1993 407 S Flamigni Sergio Trame atlantiche Storia della Loggia massonica segreta P2 Milano Kaos 1996 p 472 Flamigni Sergio Convergenze parallele le Brigate rosse i servizi segreti e il delitto Moro Milano Kaos 1998 p 327 Flamigni Sergio Il mio sangue ricadrà su di loro gli scritti di Aldo Moro prigioniero delle Br The letters and memorial written by Aldo Moro during the 55 days of his imprisonment by the Red Brigades before his assassination Includes bibliographical references and index Milano Kaos 1997 p 418 Flamigni Sergio Il covo di Stato Via Gradoli 96 e il delitto Moro Milano Kaos 1999 215 p scheda libro ed abstract Flamini Gianni Il partito del Golpe La strategia della tensione e del terrore dal primo centrosinistra al sequestro Moro 6 voll Ferrara Italo Bovolenta 1981 Fondazione Aldo Moro L intelligenza e gli avvenimenti testi 1959 1978 con note di Gianni Baget Bozzo Mario Medici Dalmazio Mongillo e un intervento di George L Mosse Milano Garzanti 1979 p 433 di Fonzo Luigi St Peter s Banker New York 1983 Fotia Carmine Pellegrino Giovanni Processo Andreotti Palermo chiama Roma Lupetti Manni Roma settembre 1995 Formigoni Guido Aldo Moro L intelligenza applicata alla meditazione politica ITL 1997 Franceschini Alberto Samueli Anna La borsa del presidente Ritorno agli anni di piombo Ediesse 1997 Franceschini Alberto Buffa Pier Vittorio Giustolisi Franco Mara Renato e io Storia dei fondadori delle Br Milano Mondadori 1988 1996 p 227 Franceschini Alberto Buffa Pier Vittorio Giustolisi Franco Mara Renato e io Das Herz des Staates treffen Aus dem Ital von Michael Schrott Anh von Karl Peter Schwarz Wien Zürich Europaverlag 1990 Franceschini Alberto Buffa Pier Vittorio Giustolisi Franco Mara Renato e io Milano Mondadori 1988 Fritzsche Peter K Skandale Terrorismus Mafia Die politische Kultur Italiens zwischen Anomie und Normalität Beitrag zur Tagung der AG Politische Kulturforschung der Universität Braunschweig 1983 G Galleni Mauro Rapporto sul Terrorismo interventi di Giulio Andreotti Franco Ferrarotti Nicola Tranfaglia prefazione di Ugo Pecchioli Milano Rizzoli 1981 p 552 Galli Giorgio Storia del PCI Milano 1977 Galli Giorgio Storia

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/morobibliografia-a-m.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Moro - la bibliografia sul caso Aldo Moro. N - Z
    In höherem Auftrag der kalkulierte Mord an Aldo Moro erw Ed erw Kap Rechtsterror Linksterrorismus erw Kap Geheimdienste Interview mit Giuseppe De Lutiis Rino Formica Giorgio Galli versch Dokumente Frankfurt am Main Olten Wien Büchergilde Gutenberg 1985 Raith Werner In höherem Auftrag der kalkulierte Mord an Aldo Moro Berlin Klaus Wagenbach 1984 Raith Werner 1989 Neofaschisten auf dem langen Vormarsch in Kirfel Martina Oswalt Walter Hg Die Rückkehr der Führer Wien pp 136 142 Risaliti Renato Licio Gelli a carte scoperte Firenze F Brancato 1991 p 169 Rizzo Franco Andreotti Moro e gli altri Roma Ed Ianua 1990 Rizzo Vincenzo Lagorio Lelio Appunti 1978 1981 difesa dello Stato moderno Roccuzzo Antonio Gambino Miki Il Processo del secolo L accusa i verbali la difesa Guida al processo Andreotti Avvenimenti settembre 1995 Ronchey Alberto Accade in Italia 1968 1977 Milano 1977 Rosenbaum Petra Neofaschismus in Italien Frankfurt M 1975 Rossani Ottavio L industria dei sequestri dalla mafia alle Brigate rosse la storia le tecniche i nomi Longanesi Milano 1978 p 242 Rossano Antonio L altro Moro Milano SugorCo Editore 1985 p 215 Rossanda Rossana Brigate Rosse Hamburg 1996 Rossanda Rossana Sequestro e uccisione di Aldo Moro in Luoghi della memoria Isnenghi Mario a cura di Bari Laterza 1997 Rossano Antonio L altro Moro Milano SugarCo 1985 p 215 p Rossi Gianni Lombrassa Francesco In nome della Loggia introd di F Siniscalchi Roma 1981 Rossi Marisa Untergrund und Revolution Der ungelöste Widerspruch für Brigate Rosse und Rote Armee Fraktion Strategische Studien 00002 Zürich Univ Diss 1992 vdf Hochschulvlg 1993 Rossi Nerino La voce nel pozzo Marsilio 1998 208 p Rushdie Salman Ultimo sospiro del Moro Milano Mondadori S Sabbatucci Sanguinetti Gianfranco Über den Terrorismus und den Staat Hamburg 1981 Santoro Vincenzo L addio a don Ciccio Storace Storia di un paese nei giorni del rapimento Moro Lacaita 1993 Sassano Marco SID e partito americano Marsilio 1975 Saudan Alain Analyse sémiotique de l affaire Aldo Moro Actes sémiotiques documents V No 41 Parigi Alain 1983 Scalzone Oreste Biennio rosso Figure e passaggi di una stagione rivoluzionaria Milano Sugarco 1988 Scaramozzino P Cultura e politica nell esperienza di Aldo Moro Giuffrè 1982 Scarano Mimmo De Luca Maurizio Il mandarino è marcio terrorismo e cospirazione nel caso Moro Roma Editori riuniti 1985 p 274 Scialoja Mario A viso aperto Renato Curcio intervista di Mario Scialoja Milano Mondadori 1993 228 p Scialoja Mario Gespräche mit Curcio Renato Mit offenem Blick ein Gespräch zur Geschichte der Roten Brigaden in Italien Aus dem Ital von Azzellini Dario Berlin ID Verlag 1997 Sciascia Leonardo The Moro affair and the mystery of majororana translated from the Italian by Sacha Rabinovitch Carcanet Press Limited New York Carcanet Manchester Greater Manchester 1987 p 175 Sciascia Leonardo Die Affäre Moro Vorw u aus d Ital v Chotjewitz Peter O Frankurt Main Athenäum s Taschenbücher Hain Bodenheim Erg Neuausg 1989 Sciascia Leonardo A Futura memoria Bompiani Milano 1989 Sciascia Leonardo L affaire Moro Con aggiunta la relazione parlamentare Adelphi Milano 1994 p 196 Scoppola Pietro

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/morobibliografia-n-z.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Il caso Aldo Moro
    di Moro Quei messaggi miravano a far capire ai brigatisti che se lo Stato avesse voluto poteva annientarli Tanto valeva scendere a patti E la posta in gioco a quel punto non era più la vita di Moro quanto la segretezza delle sue rivelazioni 50 La suocera di Dalla Chiesa la Signora Setti Carraro sostiene la tesi secondo la quale Dalla Chiesa non avrebbe consegnato l interno materiale ad Andreotti per una necessaria precauzione Si ricorda di aver sentito dire dalla figlia Io so delle cose tremende ma non posso dirtele Se te le raccontassi non ci potresti credere Carlo mi ha fatto giurare di non dirle a nessuno 51 Dopo il suo assassinio questi documenti che egli conservava in una cassetta scomparvero misteriosamente Cfr Drake p 257 Richard Drake ricorda che Franco Evangelisti allora senatore DC parlò del suo ruolo di messaggero tra Andreotti e Dalla Chiesa Descrisse una visita alle due di notte quando Dalla Chiesa si presentò con un dattiloscritto che diceva provenisse dalla prigione di Moro Mele concluse su quel documento che potrebbe trattarsi del cosiddetto memoriale 52 Drake dimostra un altra prova Il testimone Ezio Radaelli sostenne che un emissario di Andreotti aveva cercato di fare pressioni su di lui perché cambiasse la sua deposizione riguardo ai movimenti finanziari del senatore Cfr Drake p 257 10 Più in alto La domanda ai santi Il generale Dalla Chiesa e Cossiga sembra abbiano avuto un incontro non è ancora chiaro però chi dei due sia andato a far visita all altro Dalla Chiesa voleva informare Cossiga di una certa possibilità con la quale si sarebbe potuto scoprire la prigione di Moro In quell occasione Cossiga cercò informazioni più in alto 11 L aiuto negato Durante una breve intervista nel carcere napoletano il Ministero di Grazia e Giustizia negò comunque l intervista Raffaele Cutola capo della Camorra rispose alla domanda circa l aiuto prestato nel caso Cirillo il quale era stato sequestrato dalle Brigate rosse nel 1981 Grazie alla intercenzione di Cutolo richiesta da parte della politica Cirillo deputato della Dc era stato infatti liberato Nel caso di Moro un avvocato si mise in contatto con Cutola Niccolino Senso amico dello stesso e malavitoso della Banda della Magliana scoprì per caso il covo di Moro Cutola fece sapere il fatto a diversi personaggi politici ma gli venne subito fatto capire che non si doveva occupare del fatto in altre parole le autorità si rifiutarono di prestare qualsiasi aiuto Drake scrive Buscetta era stato personalmente coinvolto nel piano fallito della mafia per salvare Moro Mentre scontava una pena detentiva a Cuneo al mafioso era stato chiesto dall organizzazione di contattare i detenuti delle Brigate rosse nel carcere di Torino n mia per ottenere il rilascio dell Ostaggio Egli accettò di farlo ma prima di tutto doveva ottenere un trasferimento a Torino dove i capi delle Br erano sotto processo Il trasferimento non ebbe mai luogo Fu bloccato da politici seppe più tardi Questi non lo vogliono liberare Moro 53 Drake p 251 12 Il rapimento anticipato Due significativi avvenimenti accaduti PRIMA del rapimento di Aldo Moro a Roma Due donne della polizia sentono mezz ora prima del rapimento di Aldo Moro su una stazione radio privata Radio Radicale che lui sarebbe stato rapito b Siena Una persona cieca ascolta casualmente la sera prima della strage il 15 marzo 1977 verso le ore venti un dialogo tra due persone probabilmente due carabinieri prima che si allontanino in macchina I due parlarono del fatto che Aldo Moro sarebbe stato rapito e la scorta uccisa Il cieco corse in un bar e raccontò l accaduto 13 I probabili mandanti le forze oscure Sui mandanti della strage di stato esistono varie tesi a Si ritengo infatti che le Br nell operazione Moro siano state uno strumento forse anche inconsapevole di un progetto nelle mani di forze straniere che hanno agito in connessione con gli apparati piduisti dello Stato 54 b Sergio Flamigni Mi sono convinto che i misteri insoluti siano da ricercare più nei Palazzi che non tra le Brigare Rosse 55 Durante un intervista televisiva Flamigni parla di una strumentalizzazione delle Br e avanza alcune dimostrazioni che sostengono la sua tesi Pellegrino incalza ancora Signorile e gli chiede prima se ha letto il memoriale di Moro poi se sa chi poneva le domande all ostaggio E aggiunge Poiché le Brigate rosse hanno giustificato il fatto di non aver pubblicato il memoriale dicendo che il prigioniero non disse cose utili alla loro analisi perché gli venivano rivolte quelle domande Risposta di Signorile Da quel poco che ricordo le domande erano precostituite nel senso che erano costruite fuori E il presidente Sembrerebbe che chi fa quelle domande non appartiene al gruppo conosciuto dei brigatisti Il Messaggero 10 06 1999 Secondo Pellegrino l allora ministro dell Interno Francesco Cossiga ebbe questo sospetto fin dai giorni del sequestro Cossiga non era tra quelli che non volevano salvare Moro Ma certamente ha la coscienza che molte delle persone che gli erano vicine in quei drammatici giorni non si muovevano per salvarlo E probabilmente era sovrastato da forze più grandi di lui 56 14 Guido Passalacqua giornalista de La Repubblica sulla pista della falsa scuola di lingua per le Br Guido Passalacqua giornalista de La Repubblica si mise sulla pista dell influenza del cosiddetto Superclan e la finta scuola di lingua parigina Hyperion 57 Il 12 aprile 1980 scrisse che sarebbero state una due o tre persone a decidere sulle azioni di terrore e che sarebbero state proprio quelle del vero commando delle Br Quando tempo dopo Passalacqua annunciò che avrebbe pubblicato altre rivelazioni venne ucciso nel maggio 1980 inizio Il ruolo della Chiesa cattolica A 20 anni dal rapimento nel marzo 1998 Andreotti racconta in un intervista al Giornale per la prima volta un clamoroso risvolto della tragedia Paolo VI voleva pagare 10 miliardi per Moro Andreotti rivela Fra le iniziative del Vaticano per ottenere la liberazione del presidente della Dc ci fu l offerta di un fortissimo riscatto Il tramite con cui cercavano di arrivare ai brigatisti era un cappellano delle carceri Era Paolo VI che si muoveva io non frapposi alcuna difficoltà Ho sperato con tutte le mie forze che quel tentativo portasse alla liberazione di Moro 58 inizio Sulle tracce della nuova prigione nel ghetto Mino Pecorelli ne parlò allusivamente su OP Un interrogativo che si aggiunge ai tanti dal perché Pecorelli parlò di un misterioso Igor e di una contessa dai capelli biondi al perché in via Gradoli fu trovato il numero di telefono dell Immobiliare Savelli proprietaria di Palazzo Orsini 59 Il Messaggero pubblicò il 29 maggio 1999 un articolo intitolato L inchiesta mai chiusa A parlarne fu il giornalista Mino Pecorelli su un bollettino di OP pochi giorni prima di essere assassinato Secondo Giovanni Pellegrino la nuova prigione dalla quale uscì la Renault rossa con il cadavere di Moro non sarebbe in via Montalcini 8 come i brigatisti hanno sempre fatto credere si troverebbe invece nel centro storico precisamente al Ghetto ebraico a pochi passi da via Caetani dove l auto fu fatta trovare Esistono presupposizioni secondo le quali l ultima prigione di Moro possa essere anche stata all interno di Palazzo Orsini 60 sede diplomatica di banche ed agenzie In passato durante il sequestro Moro la magistratura aveva indagato sul palazzo il primo ad occuparsene fu il consigliere istruttore Ernesto Cudillo che il 22 aprile 78 fece fare un intercettazione telefonica su un residence dello stabile Tale decisione fu presa in seguito al ritrovamento nel covo di via Gradoli di una piantina topografica di Palazzo Orsini comprensiva di tutte le entrate e le uscite dal complesso immobiliare La registrazione tuttavia non a caso non compare agli atti del processo La storia ha insegnato l utilità di non rendere pubbliche le prove Fine maggio 1999 Pellegrino afferma Siamo vicini ad una svolta so cose che non posso dire e che non direi neppure in seduta segreta alla commissione stragi 61 Particolare importante appare il fatto che il palazzo è dotato di cantina e garage e sulla piantina trovata nel covo di via Gradoli compaiono dettagliate indicazioni sulla consistenza delle mura esterne e sulle parti sotterranee e degli scavi del teatro Marcello che arrivano fin sotto la nobile residenza È incredibile come a questo punto volutamente non si sia collegato il tutto a Moretti com è logico che fosse e che sia stata autorizzata una completa ristrutturazione del palazzo prima di un esauriente indagine In un appunto scritto da Mario Moretti compariva il nome della titolare dell agenzia Savellia che curava la gestione dell immobile di proprietà della marchesa Rossi di Montelera Nessuno non ha mai indagato più di tanto su questo strano collegamento tra la Savellia e Mario Moretti e adesso nel 1999 nessuno potrà farlo più La contessa è deceduta qualche tempo fa Accanto al numero di telefono c era anche una misteriosa nota circa 15 gocce d atropina noto anestetico Nell appunto di Moretti c era una frase un po criptica Marchesi Liva mercoledì 22 ore 21 e 15 atropina Massimo Martinelli scrive su Il Messaggero un articolo dal titolo Io il portiere del palazzo dei misteri che se letto con attenzione conferma l esistenza di un filo che conduce a Moretti oggi il suo appartamento al terzo piano del primo stabile di Palazzo Orsini è passato di mano È lo stesso appartamento che ventuno anni fa era intestato all Immobiliare Savellia Che c è di strano dice il portiere che difende tutti e afferma che non lasciò mai passare nessuno tranne le gocce di Atropina n mia la contessa non si era voluta intestare la casa e l aveva lasciata a nome di quella società Lo fanno in tanti Di strano c è che durante i tempi di piombo il numero telefonico dell Immobiliare Savellia lo 06 659127 lo trovarono nel covo brigatista di via Gradoli sulla Cassia Era in un appunto scritto da Mario Moretti in persona quello che secondo molti investigatori conosce i dietro le quinte del caso Moro che non conosciamo noi 62 Esiste un altra persona un brigatista pentito del nord Italia Efisio Mortati che si ricorda di un covo nel Ghetto e ciò conferma l ipotesi sovraformulata il presidente della commissione Stragi Imposimato e Priore ricordano invece di quando durante l inchiesta Moro quater furono fotografati da un ignota mano mentre notte tempo si aggiravano per il Ghetto in compagnia di un brigatista pentito del nord Italia Efisio Mortati che ricordava di essere stato ospitato in un covo br che si trovava nei pressi di piazza Argentina ma non conoscendo l indirizzo e non essendo romano non riusciva a ritrovare la strada Covo e prigione nella stessa zona Qualcuno fece recapitare le foto a Palazzo di Giustizia un intimidazione dice ora Imposimato Non delle Brigate Rosse sembra di capire 63 Se il covo e la prigione si trovavano nella stessa zona questo pezzo della storia delle Br dovrebbe essere riscritto per capire la verità A parlare della prigione al Ghetto di un passo carraio e dei leoni di pietra al cancello d ingresso fu Mino Pecorelli su Op pochi giorni prima di essere ucciso in un trafiletto dal titolo Vergogna buffoni che pesantemente alludeva ai troppi punti oscuri del sequestro Moro e ora sappiamo grazie al processo Andreotti che Pecorelli per queste sue elucubrazioni o che tali apparivano aveva una fonte di prestigio il generale Dalla Chiesa In uno degli ultimi scritti Pecorelli attribuisce ad una misteriosa duchessa romana presente in via Caetani riflessioni che egli scrisse due settimane dopo l uccisione di Moro Sembrava che egli conoscesse l ultima prigione scrisse infatti che in via Caetani dietro il muro dov è stato trovata la Renault la Duchessa vede i ruderi del Teatro Balbo il terzo anfiteatro dove un tempo antichi guerrieri scendevano nell arena Chissà cosa c era nel destino di Moro perché la sua morte fosse scoperta contro quel muro Un chiaro riferimento a Gladio dicono gli esperti ma anche al Lago della Duchessa il falso volantino numero 7 64 Seguendo le indicazioni seppure cifrate di Pecorelli si giungerebbe sulle tracce di Palazzo Se tutto ciò è vero i misteri hanno le ore contate Tuttavia manca ancora il nome dell anfitrione che a Firenze durante il caso Moro ospitava la direzione strategica delle Br È sempre a Firenze il luogo dove vennero prese le decisioni sul destino di Aldo Moro e dove furono battuti a macchina i nove comunicati Br non è ancora chiaro come Azzolini perse il borsello che conteneva le chiavi del covo di via Monte Nevoso a Milano ritrovato dai carabinieri di Dalla Chiesa che riuscirono ad aprire la porta senza conoscerne l indirizzo inizio Il partito della trattativa e il partito della fermezza gli autogol visti da Pellegrino e Cipriani Durante i 55 giorni della prigionia due opposti schieramenti il partito della trattativa i trattativisti e il partito della fermezza si fronteggiarono Tra coloro che si schierarono dalla parte dei trattatitivisti c è chi sostiene ancora oggi che le autorità dello Stato si siano gravate di trascurare concrete e reali possibilità di salvare Moro Ma come è possibile credere alla fermezza Si interroga Luigi Cipriani quando mai i democristiani sono stati fermi su qualcosa Come mai continua ancora Cipriani quando viene colpito Cirillo patteggiano coi deprecati eversori Come mai dopo il sequestro Dozier non appena gli americani lamentano che l Italia è un paese dove quattro straccioni si possono permettere di rapire un generale americano i nostri scattano sull attenti e liberano l ostaggio in due secondi senza spargere sangue Subito dopo l uccisione di Moro i brigatisti vengono arrestati ma non sarebbe stato più facile arrestarli prima La destrezza militare dimostrata nell agguato di via Fani stride con l approssimativo addestramento all uso delle armi dei brigatisti tanto più che quello di via Fani rimane magari unico episodio nella storia del terrorismo sia per la complessità dell azione sia per il successo con cui si concluse È difficile credere nella straordinaria potenza delle Br che tiene sotto tiro le istituzioni e i servizi segreti internazionali quando poi in via Fani le loro armi s inceppano Risulta fondata l ipotesi che abbiamo concorso sia alla programmazione sia alla gestione del sequestro Moro forze diverse dalle Brigate Rosse 65 In un attuale articolo de L Espresso del 10 06 1999 viene descritto un colloquio tra Pellegrino e l ex ministro socialista Claudio Signorile nel quale si chiedono notizie del vero regista 66 Signorile diceva d essersi sempre chiesto perché mai il cadavere dello statista Dc fosse stato collocato a via Caetani proprio la mattina in cui si sarebbe riunita la direzione democristiana Dopo il rapimento il 9 maggio 1978 si riuniva per la prima volta non la delegazione ma la direzione Dc ed io avevo notizia da Amintore Fanfani ndr che telefonicamente trasmettevo imprudentemente di un segno di novità che si sarebbe manifestato in quella sede Moro venne ucciso in quel momento e mi sono sempre chiesto perché perché non due giorni prima o un giorno dopo Alla commissione strage interessava il ruolo politico avuto dal Psdi nelle trattative durante il rapimento di Moro e il cosiddetto partito della fermezza Era inoltre interessante capire l entità degli contatti durante i 55 giorni tra il Psi e Franco Piperno e Lanfranco Pace e di quest ultimo con Valerio Morucci e Adriana Faranda Pellegrino osserva durante la seduta che ci sono stati degli incontri i quali consentivano ufficiosamente ad una parte delle Br di avere un interlocutore politico e chiede perché mai di tutti questi incontri non venne mai informata né la polizia né la magistratura sarebbe bastato un pedinamento di Pace per arrivare prima al covo di via Gradoli e forse anche alla prigione di Moro 67 inizio Gli Autogol secondo Cipriani Luigi Cipriani sintetizza molto bene la questione parlando di una serie di autogol Il primo lo fece il protagonista della vicenda la cui politica aperturista dieci anni prima della caduta del Muro riuscì del tutto indigesto agli americani e gli procurò nel suo paese le reazioni più disparate Un secondo autogol è attribuibile all on Enrico Berlinguer sostenitore entusiasta della fermezza contro gli eversori non capì che la fermezza non era contro di loro ma contro Moro e scaricato subito dopo Il terzo ai brigatisti che per colpire l uomo simbolo della normalizzazione innescarono un clima di repressione legalitarismo caccia alle streghe che in Italia ha pochi precedenti e credendo di attaccare il regime gli fecero un favore della madonna Il capitalismo italiano reagì al delitto dello statista con una ventata di felicità il rifiorire dell attività economica la borsa alle stelle con rialzi mai visti Questa pompata di ottimismo la sterzata a destra del quadro politico seguita al delitto la quasi unanimità attorno alla politica della fermezza le interferenze dei servizi e della mafia per giungere all esito letale rendono l idea di un blocco di potere tremendo che certamente trascende da un pezzo deviato a cui addossare le colpe la congiura trovò in quel blocco un contesto molto ma molto favorevole anche se naturalmente non tutti vi parteciparono Ed era un blocco che negli stessi limiti ma altrettanto poteva schiacciare la piccola armata che cominciò la vicenda ed è lecito dubitare l abbia chiusa 68 inizio Gli appartamenti di via Gradoli ed il ruolo del Sisde Gli appartamenti di via Gradoli erano di proprietà di società che erano legate al Sisde come società di copertura come sostiene Flamigni 69 Di questa traccia si trovano vari documenti ipertestuali Ne cito uno di Haganah Craxi osserva che se Flamigni può documentare che a via Gradoli c era un appartamento di proprietà del Sisde allora tutta la tragica vicenda andrebbe riletta da cima a fondo se fosse vero sarebbe una verità esplosiva 70 La Repubblica chiede ironicamente Che pensare degli investigatori che nel corso di un sopralluogo nell appartamento di via Montalcini non notano nulla di strano mentre sul pavimento ci sono belle evidenti le tracce del muro che occultava la cella di Moro 71 Due sono le rivelazioni principali del libro Convergenze parallele di Sergio Flamigni la prima è che a via Gradoli 96 dove Moretti collocò la base operativa delle Br romane c erano 20 appartamenti intestati a società di copertura del Sisde La seconda è che nelle Br di Curcio l Ufficio Affari Riservati del Viminale era riuscito ad infiltrare un suo uomo Francesco Marra un ex parà che fece parte del commando che rapì il giudice Mario Sossi E poi i documenti della scoperta del covo di via Gradoli 96 scomparsi financo dal commissariato Flaminio così come non esistono più nemmeno le piantine di quell appartamento presso il Catasto 72 inizio Il ruolo del Magistrato Luciano Infelisi La totale indifferenza dello Stato nei confronti del Caso Aldo Moro è dimostrata ancora una volta dopo la morte dello statista È utile sottolineare che solo un magistrato si occupava del caso Luciano Infelisi quando solitamente vi è un intera commissione Mino Pecorelli l OP Dalla Chiesa e il ruolo del divo e Belzebú Giulio Andreotti Nel 1979 si ritrovarono i memoriali o meglio la versione censurata a Milano in Via Monte Nevoso 73 Erano le 400 pagine mancanti del memoriale che riguardavano GLADIO Il generale Dalla Chiesa prese in mano personalmente il materiale e affidò il tutto ad Andreotti personalmente Tutto Egli sarebbe stato stupido se avesse dato gli originali e non le fotocopie Moro accennò in una lettera a Cossiga che era diventata una vittima Il sacrificio degli innocenti in nome di un astratto principio di legalità è inammissibile 74 Il visionario Moro immaginava a ragione una catena logica che partiva dal suo dialogo con quell individuo molto vicino a Kissinger e si snodava con Andreotti come capo dei servizi segreti la relazione di Andreotti con l intelligence CIA e quella italiana la strategia della tensione da parte della P2 e GLADIO Moro con il suo compromesso storico tra DC e comunisti costituiva il problema più spinoso che disturbava troppa gente Infatti Moro parlò nei memoriali di un accordo segreto tra la DC ed i vari organi dello Stato Pecorelli attaccò duramente in un suo scritto Andreotti per i suoi rapporti con Sindona e per il suo ruolo nella vicenda Arcaini Caltagirone Italcasse Ora scrive la Procura di Palermo proprio questa complessa vicenda era risultata connessa a quella dei c d assegni del Presidente di cui si parlerà oltre e su entrambe aveva messo gli occhi Pecorelli il quale ne aveva colto i collegamenti come dimostra un appunto ritrovato tra le sue carte del seguente testuale tenore È una bomba L Italcasse non è finita è appena iniziata Ai primi dell anno verrà fuori chi ha preso gli assegni Quegli assegni in realtà erano soltanto la punta di un iceberg E la parte sommersa dell iceberg era costituita dalla convergenza di interessi di Cosa Nostra proprio nelle vicende sulla base delle quali Mino Pecorelli andava svolgendo il suo attacco contro Andreotti nel periodo immediatamente antecedente alla sua morte 75 Pecorelli aveva già preparato la copertina e l articolo che non furono mai pubblicati perché la sua morte venne decisa prima Pecorelli usato come loggista P2 dai servizi segreti per diffondere messaggi cifrati si esponeva coraggiosamente ma anche ingenuamente Richard Drake descrive il giornalista molto bene Lo stile di Pecorelli era allusivo e criptico ed egli si serviva di oscuri riferimenti che soltanto chi era introdotto nell ambito dei servizi poteva cogliere Il giornalista mescolava fatti e invenzioni ma articolo stranamente profetico sul caso Moro fece una profonda impressione su Mele 76 Vittorio Mele il procuratore della Repubblica di Roma parla pure del fatto che Andreotti abbia pagato a Pecorelli 30 milioni di Lire per non pubblicare scandali su OP Pecorelli ha ricevuto questi soldi un giorni prima della sua morte 77 Infatti per quanto riguarda la vicenda Italcasse e gli assegni della SIR e cioè gli assegni del Presidente era stato oggettivamente accertato l inserimento degli interessi di Cosa Nostra rappresentati da Giuseppe Calò E le indagini di Pecorelli rischiavano di portare alla luce un collegamento realizzato come sempre in forma non diretta ma mediata tra Andreotti fatti e persone che conducevano con certezza nella direzione di un investimento di capitali provenienti da esponenti di Cosa Nostra 78 Ed è significativo il fatto che proprio su questo collegamento aveva messo gli occhi Pecorelli il quale con il suo consueto stile giornalistico intessuto di segnali e di allusioni comprensibili appieno soltanto da determinati destinatari lo aveva prospettato fin dal 14 ottobre 1977 in una nota di OP Agenzia dal titolo Presidente Andreotti questi assegni a Lei chi glieli ha dati e che iniziava con queste parole Questo è un primo elenco di assegni bancari rappresentanti un pagamento effettuato personalmente brevi manu dal Presidente del Consiglio attuale On le Giulio Andreotti per un ammontare complessivo che supera i 2 miliardi di Lire Dei memoriali Moro mancanti fino al 1979 in altre parole dei documenti originali scomparsi contenenti la trascrizione dei verbali degli interrogatori a Moro da parte delle Br ne sono stati copiati una parte un altra parte è stata omessa per far sparire quello che ora è chiaro a tutti Comunque ne mancavano ancora più di 400 pagine interamente Pellegrino afferma Perché non corrispondono le due copie del memoriale Questa è una cosa che francamente per quanto io mi sforzi di credere a Bonisoli ed Azzolini trovo estremamente illogico Io trovo estremamente logico che fossero stati i carabinieri a selezionare attentamente il materiale e a depurarlo delle parti 79 E qui riprende l attività giornalistica ed indagativa di Mino Pecorelli nel soprannominato articolo che uscì su OP Osservatore Politico con il titolo Caso Moro Memoriali veri Memoriali falsi Gioco al massacro Lo stesso Pecorelli aveva un secondo articolo da pubblicare sempre su OP Gli assegni del presidente Andreotti n mia In questo articolo Pecorelli chiede a chi sarebbero stati destinati questi assegni La risposta all interrogativo di Pecorelli poteva avere solo una fonte i memoriali mancanti di Moro Pecorelli aveva già preparato la copertina e l articolo che non poté però pubblicare verrà ucciso il 3 settembre 1979 L ultima pista del giornalista porterebbe alla lista dei 500 e ai misteri ancora irrisolti dell affare Sindona Pecorelli era ormai diventato un esplosivo vivente Due anni prima del delitto di Moro esce su OP un articolo La caricatura 80 accompagnato dal seguente testo Il santo del compromesso vergine martire e dimesso Nel contenuto del RR 19877 del 2 7 75 si legge oggi assassinato con Moro l ultimo centrosinistra possibile muore insieme con il leader pugliese ogni possibilità di sedimentazione indolore delle strategie berlinguerriane R Drake e con la data del 30 10 75 con RR21044 Basta con quei due Fuori Moro o fuori Zac e più in avanti in quell occasione se Moro vivrà ancora Pecorelli scisse su OP 7 75 e 9 76 Esistono prove documentabili che il presidente del Consiglio Andreotti ha percepito un miliardo da Michele Sindona Un altro miliardo 15 miliardi Insomma la testa di Sidona è troppo decisiva per gli squilibri del Mediterraneo perché possa restare ancora troppo a lungo ancorata sulle sue spalle 81 Sindona venne assassinato e tacque per sempre L importanza di frenare con urgenza Pecorelli è dimostrato dal luogo del delitto Solo pochi minuti dopo la sua morte si incontrano nel posto dove era avvenuta l uccisione la polizia TUTTI i servizi segreti la DIGOS ed un magistrato Nell agendina di Pecorelli si poté leggere che aveva fissato un appuntamento per la mattina con Dalla Chiesa che prima andò da Cossiga Ma Cossiga volle prima consultarsi più in alto Dalla Chiesa prese i memoriali o meglio le fotocopie e affidò il tutto ad Andreotti tutto Ovviamente tenne gli originali e ne nascose una parte Pecorelli scrisse degli assegni di Andreotti nel nominato articolo 82 Dalla Chiesa era probabilmente giunto secondo le persone più in alto vicino a quel momento delicatissimo della consegna dell esplosiva parte mancante dei memoriali in cui si parlava di GLADIO e degli assegni Dalla Chiesa pagò le sue conoscenze con la sua vita Il tramite tra Dalla Chiesa e Pecorelli sarebbe stato secondo il Pm Cardella il generale dei Cc Galvaligi assassinato la sera dell ultimo dell anno del 1980 83 Nel 1993 Andreotti ammette Si ho mentito Nell agosto 1993 il Senato concede l autorizzazione a procedere contro Andreotti e il mafioso Calogero Ganci ammette nel giungo 98 di aver ucciso Dalla Chiesa Franco Evangelisti allora senatore DC parlò del suo ruolo come messaggero tra Andreotti e Dalla Chiesa Descrisse una visita alle due di notte quando Dalla Chiesa si presentò con un dattiloscritto che diceva provenisse dalla prigione di Moro Mele concluse su quel documento che potrebbe trattarsi del cosiddetto memoriale 84 Il testimone Ezio Radaelli sostenne che un emissario di Andreotti aveva cercato di fare pressioni su di lui perché cambiasse la sua deposizione riguardo ai movimenti finanziari del senatore Drake p 257 Andreotti voleva Dalla Chiesa morto come dichiara Buscetta vedi prossimo capitolo inizio Le carte di Moro e il delitto Pecorelli Le dichiarazioni di Antonio Mancini 85 Tommaso Buscetta uno dei più importanti pentiti per la Giustizia accusa Andreotti di essere il mandante di Pecorelli e sostiene che quello di Moro fu un assassinio politico ordinato a causa della paura che si scoprissero certe cose In un articolo di Panorama Buscetta viene citato con quello di Pecorelli era stato fatto da Cosa Nostra su richiesta dei cugini Salvo 86 e prosegue quello di Pecorelli era stato un delitto politico voluto dai cugini Salvo in quanto a loro richiesto dall onorevole Andreotti E più in avanti sembra che Pecorelli stesse appurando cose politiche collegate al sequestro Moro E Giulio Andreotti era appunto preoccupato che potessero trapelare quei segreti inerenti al sequestro dell onorevole Moro segreti che anche il generale Dalla Chiesa conosceva Pecorelli e Dalla Chiesa sono infatti cose che si intrecciano tra loro Badalamenti mi disse anche che verso la fine del terrorismo il generale Dalla Chiesa era stato promosso per toglierlo dai piedi 87 inizio Il ruolo del superpentito Buscetta Nel 1979 Buscetta era ancora in prigione egli fu ancora una volta incaricato di contattare le Brigate rosse in questo caso riguardo alla possibilità che l organizzazione si assumesse la responsabilità dell uccisione di Dalla Chiesa Andreotti lo voleva vedere morto ma la mafia non aveva nel 1979 un motivo plausibile agli occhi degli altri per questa operazione in quanto il generale non aveva ancora al suo attivo nessuna azione repressiva nei confronti dei mafiosi Buscetta doveva convincere la mafia ad eseguire l omicidio a condizione però che le Br che ne avevano i motivi migliori lo rivendicassero In questo modo la mafia avrebbe e vitato le indagini che potevano condurre alla scoperta dell intreccio dal quale dipendeva la protezione politica dell associazione criminale Andreotti non poté realizzare il suo desiderio di vedere Dalla Chiesa ucciso fino al 1982 Drake p 251 2 A quel tempo con il generale in Sicilia per una missione espressamente antimafia una copertura del tipo prospettato nel 1979 non era più necessaria Ci si chiede anzi sembra chiaro se Dalla Chiesa è stato trasferito di proposito in Sicilia Tommaso Buscettaha riferito che lo avevano mandato a Palermo per sbarazzarsi di lui 88 Lo Stato lo accompgno alla morte con la sua generosità assegnandoli la macchina blindata e l aereo Buscetta comunque ribadì che era Andreotti che voleva Dalla Chiesa morto per porre fine ai suoi timori riguardo a ciò che il generale avrebbe potuto fare con certe carte di Moro Drake p 252 inizio Il processo Pecorelli a Perugia 28 aprile 1999 Processo Pecorelli a Perugia proseguendo la loro requisitoria i pm del processo ribadiscono l attendibilità delle affermazioni di Tommaso Buscetta secondo il quale il movente del delitto Pecorelli va cercato nei segreti inconfessabili custoditi dal giornalista sul rapimento di Aldo Moro segreti che anche il gen Dalla Chiesa conosceva e per questo i due omicidi si intrecciano fra loro Buscetta è stato il primo a parlare di quanto riferitogli da Gaetano Badalamenti e cioè del legame fra l omicidio del giornalista dell alto ufficiale e dei segreti del rapimento del presidente democristiano e a riferire che entrambi i delitti erano stati eseguiti dalla mafia ma non per interesse della mafia Che Pecorelli fosse bene informato sul caso Moro è provato secondo l accusa dagli stessi articoli di Op In merito ai rapporti fra il direttore di Op e il generale dei carabinieri il pm Alessandro Cannevale ha detto tali rapporti erano di natura diversa da quelli che un cronista può avere con un personaggio utile al suo lavoro anche perché Dalla Chiesa non era persona facilmente avvicinabile 30 aprile 1999 Processo Pecorelli a Perugia Secondo i giudici quello di Pecorelli è un omicidio voluto dal presidente del Consiglio Giulio Andreotti e da un magistrato Claudio Vitalone e dal gruppo politico finanziario nel quale era inserito disposto dai boss mafiosi Giuseppe Calò e Gaetano Badalamenti eseguito da un killer di Cosa nostra Michelangelo La Barbera e da un estremista nero Massimo Carminati considerato vicino alla Banda della Magliana Tali elementi di prova risultano innanzi tutto dalle dichiarazioni di vari collaboratori di Giustizia già appartenuti alla Banda della Magliana Si tratta di Antonio Mancini Fabiola Moretti Maurizio Abbatino Vittorio Carnovale i quali hanno riferito le informazioni in tempi diversi sia alla Procura di Roma sia alla Procura di Perugia Attraverso la testimonianza di Mancini l Accusa cerca di ricostruire i fatti accaduti Secondo la Procura di Perugia Pecorelli è stato ucciso perché era entrato in possesso di notizie inedite e pericolose che potevano arrecare grave danno ad Andreotti e l anello di collegamento con l omicidio del giornalista sono le carte di Aldo Moro i memoriali recuperati nel 1978 in via Monte Nevoso o meglio quel passo che si troverà solo nel 1990 nelle quali Moro svelava ai suoi carcerieri i retroscena delle nomine dei vertici bancari dell Italcasse in particolare la successione ad Arcaini decisa da Caltagirone con l appoggio di Andreotti Carte letali per i giudici di Perugia quelle di Moro tanto da unire in un unico destino non solo Pecorelli ma anche il generale Dalla Chiesa e Francis Turatello 89 inizio Il presidente della commissione Stragi Pellegrino e le sue tesi Sabato 10 Luglio 1999 Pellegrino presidente della Commissione stragi afferma Il rapimento di Moro fu un doppio rapimento Al momento non vuole aggiungere altro ma s intuisce che le importanti novità cui sarebbe giunto in quest ultimo periodo l organo bicamerale d inchiesta riguardano i nuovi personaggi che s intravedono dietro la strategia terrorista 90 1 marzo 1999 Il presidente della commissione Stragi Giovanni Pellegrino insiste se si vuole cercare di capire meglio il caso Moro occorre approfondire la pista del Mossad sulla quale sta già lavorando da tempo la sua commissione Pellegrino ripropone anche il mistero sull anfitrione colui cioè che a Firenze ospitò e protesse i vertici delle Br durante il sequestro Moro 91 Morucci in una sua audizione disse che avremmo fatto dei passi avanti se Moretti ci avesse detto chi era il padrone della casa di Firenze dove si riuniva il comitato esecutivo delle Br durante i 55 giorni E questo per Pellegrino è un dato di fatto così come lo è la traccia che parte da Firenze e arriva a Via Monte Nevoso a Milano Secondo Pellegrino sono molti gli elementi che provano che a Firenze c è qualcosa di importante che ancora non si è conosciuto E a proposito di questo dichiara che Flaminio Piccoli 92 in una sua audizione fece dell anfitrione un identikit estremamente preciso tanto da far pensare che ne conoscesse il nome Piccoli definì l anfitrione un vip del culturame La pista che porta al Mossad per Pellegrino è legata alla sentenza del giudice Mastelloni su Argo 16 e il recente libro del generale Delfino nel quale si legge di un referente delle Br rimasto occulto e dietro il quale ci sarebbe un intreccio di servizi Cia Kgb e Mossad 93 Giovedì 18 marzo 1999 Il sen Giovanni Pellegrino in un intervista al quotidiano Il Tirreno rilasciata il 17 marzo il giorno prima dell audizione di Franceschini dice Il contatto tra Mossad e Brigate Rosse emerge dagli atti giudiziari inizio L affermazione del giudice istruttore Ferdinando Imposimato nei primi due processi Moro del 20 marzo 1999 Quello che ha detto Alberto Franceschini è vero Anche io ho avuto conferme che le Br sin dalla loro nascita ebbero contatti con il Mossad All epoca rimasi persino stupito del fatto che i servizi israeliani arrivarono a contattare le Br prima di quelli italiani Sin dall 80 ebbi la conferma di questi contatti tra Mossad e Br avvenuti grazie alla mediazione di un avvocato penalista milanese che poi in seguito individuai senza averne peraltro mai la prova certa in Spazzali Il primo brigatista a parlare del Mossad fu Patrizio Peci e dopo Sarebbe interessante ad esempio leggere i verbali che durante i famosi 55 giorni il comitato di crisi avrebbe dovuto redigere e che invece risultano scomparsi Sarebbe fondamentale conoscere chi ospitò a Firenze la direzione strategica delle Br E ricordarsi che l esperto americano della intelligence Pieczenik 94 che di recente ha dichiarato che in Italia Moro non lo si volle liberare era stato mandato da Kissinger apposta per impedire che Moro fosse salvato inizio 20 marzo 1999 Il Tirreno pubblica un articolo sull audizione di Flaminio Piccoli del 30 ottobre 1991 desecretata pochi giorni prima Piccoli è stato il primo a sostenere la presenza di una figura anomala nell ambito dei brigatisti che gestivano il sequestro Moro tracciandone un identikit piuttosto preciso Durante l audizione il misterioso personaggio successivamente indicato come l anfitrione viene chiamato il quarto uomo Per Piccoli il quarto uomo rappresenta la mente del nucleo di individui che gestivano il sequestro Quelli che sono stati imprigionati spiega Piccoli eramo i militanti e non i cervelli Secondo Piccoli quella sorta di suggeritore frequentava i salotti bene ed

    Original URL path: http://www.paginaitaliana.de/moro/moro_resoconto.html (2016-02-14)
    Open archived version from archive



  •